Velleda

The shaman woman

La parola barbari Fu inventata dai greci e indicava gli stranieri. I Romani, a loro volta, utilizzarono il termine barbari per indicare tutti i popoli dagli usi e costumi diversi dai loro. I Germani furono i più coinvolti nella fine dell'Impero Romano d'Occidente. Questi si dividevano in diverse tribù nelle quali si distinguevano figure femminili particolarmente rispettate: le vala, maghe esperte nella divinazione e negli oracoli. Delle vere e proprie veggenti, sacerdotesse presso i popoli dei germani. Tra le più conosciute vi è Velleda: appartenente alla tribù dei Bructeri, ispirò la rivolta batava, guidata contro l'Impero Romano da Giulio Civile. Nell'interpretazione di questa personalità così simbolica, abbiamo tratto ispirazione dalla serie prodotta da Netflix intitolata Barbaren, nella quale abbiamo osservato con intensità il personaggio della Veggente Runa interpretata dall'attrice Sophie Rois.

The word barbarians was invented by the Greeks and meant foreigners. The Romans, in turn, used the term barbarians to indicate all peoples with different uses and customs from their own. The Germans were most involved in the end of the Western Roman Empire. These were divided into different tribes in which particularly respected female figures were distinguished: the vala, sorceresses expert in divination and oracles. True seers, priestesses among the peoples of the Germans. Among the best known is Velleda: belonging to the Bructeri tribe, it inspired the Batavian revolt, led against the Roman Empire by Giulio Civile. In interpreting this symbolic personality, we drew inspiration from the series produced by Netflix entitled Barbaren, in which we intensely observed the character of the Rune Seer played by actress Sophie Rois.








Credits

Model: Maria Luna Piccolo
Concept: Maria Luna Piccolo
Production: ar/ph
Photography: Alessandro Russo

Inspired by performance of Sophie Rois in Barbaren (Netflix Series)


Santa Muerte

Next Project

See More